martedì 21 giugno 2016

Lately on Instagram

Ultimamente sono stata parecchio in giro, soprattutto per lavoro.
E di conseguenza sono stata anche parecchio su Instagram, che sta diventando il mio social preferito per la sua velocità, l'immediatezza, il suo essere così "portatile" e adatto anche ai vagabondi :)

Spesso manca il tempo per sedersi davanti al pc e scrivere un post, ma è sufficiente una manciata di minuti per scattare un foto con lo smartphone e caricarla su Instagram.
E capita anche che una bella immagine sia più efficace di un lungo post, specie se, come me, vuoi comunicare la bellezza del posto in cui vivi e lavori.

Vedi, ti emozioni, scatti, condividi.

Quando faccio scorrere le foto che ho caricato mi sembra di avere davanti un diario di viaggio, sia personale che professionale.
Mi appaiono i luoghi, le esperienze, le persone, i piccoli dettagli che comunicano il privilegio di fare la guida turistica in un posto così bello e interessante come la Sicilia orientale.

E basta questo scatto di maggio (pausa al teatro greco di Taormina) per farsi capire (altro che ufficio! qui si lavora con questo panorama!):



Un bel po' di vita da "topo di museo" tra maggio e giugno... tra mosaici romani che fanno da calendario, visite guidate al Museo della follia, laboratori artistici di autoritratto e selfie non convenzionali:








Molto tempo passato tra le strade di Catania, per poi cercare ombra e frescura nella lussureggiante Villa Bellini:

Una foto pubblicata da silvia triv (@silvia_triv) in data:


A volte capita anche a noi guide turistiche esperte del posto di scoprire posti nuovi, piccole chicche come il Castello di Nelson a Maniace, vicino a Bronte (e mi sono dimenticata di fotografare l'arancino al pistacchio che ho mangiato!):



Passeggiare sull'Etna è sempre affascinante, ma anche il cielo blu di Sicilia, ripreso dal finestrino dell'autobus che ti riporta a casa, dopo una giornata di lavoro vagabonda, fa sempre la sua figura:


Una foto pubblicata da silvia triv (@silvia_triv) in data:


E voi usate Instagram?
Lasciatemi il link al vostro profilo!
[Se anche voi volete inserire le vostro foto Instagram nei vostri post, potete seguire questo tutorial]

mercoledì 8 giugno 2016

Dettagli di Sicilia - n. 5 / Sicilian details n. 5

In cerca di dettagli di Sicilia per voi, ho recentemente trovato una foto scattata tre anni fa. Ancora non ero una guida turistica abilitata, ma gironzolavo per la mia bella isola per conoscerla e prepararmi all'esame.
E di scatti ne ho fatti, beh, tantissimi.
Oggi quindi vi propongo una foto scattata allora.
E se gli ultimi post di questa serie riguardavano Catania (qui l'ultimo) vi anticipo che oggi usciremo da questa città per spostarci in un'altra (altrettanto famosa, nota ai turisti di tutto il mondo e non solo).

Ecco a voi quindi il dettaglio di oggi:

Palazzo corvaja details Taormina Sicily
Dettagli di Sicilia n. 5 / Sicilian details n. 5

Ci troviamo sempre in Sicilia orientale, in una località che, a dispetto del vulcano Etna che non è molto lontano, ha potuto conservare il suo aspetto medievale.
Indovinato?
Siamo a Taormina.

Ultimamente ci sono stata diverse volte per lavoro e un giorno su Instagram ho postato una foto live dal famosissimo teatro.
Il teatro è sicuramente imperdibile, ma ammetto di amare particolarmente anche il palazzo a cui appartiene il balconcino della foto: Palazzo Corvaja.

Gli arabi lo costruirono in un luogo in cui probabilmente in antico si trovava uno dei cuori della città greca. Realizzarono un cubo perfetto, decorandone la sommità con una merlatura che sembra un pizzo venuto dall'oriente e con un greca di quadrati che crea un potente chiaroscuro.
A questo nucleo centrale vennero poi aggiunti nel Basso Medioevo dei corpi laterali che vanno ad abbracciare il cubo arabo, creando un delizioso cortile. Piccolissimo, ma capace di contenere la scala che consente l'accesso ai saloni del primo piano.
Il nostro dettaglio fotografico fa parte proprio di questa scala.
Il bassorilievo, consumato dal tempo, mostra due scene della Genesi: il peccato originale e la conseguente cacciata dal paradiso terrestre.
Ecco una foto pubblicata da Taormina.it che mostra l'intero cortile con la scala nell'angolo sinistro:

courtyard of Corvaja Palace in Taormina Sicily
Taormina, Palazzo Corvaja

Se il Medioevo vi affascina, la zona di Taormina è sicuramente un'ottima scelta per una giornata (o più) di esplorazione.
Non solo la città è ricchissima di edifici che risalgono a quel periodo storico, ma con molta facilità possono essere raggiunti altri luoghi che lo raccontano, come il castello di Calatabiano e il piccolo borgo di Castelmola
Disponibile ad accompagnarvi, ormai lo sapete, basta fare un fischio!


English summary

"Sicilian details" n. 5 brings you today in one of the most famous little town in Sicily.
It's on the eastern coast, not far from Mount Etna and the Ionian Sea, and hundreds of tourists from various countries in the world visit it every year. 
It has a lovely medieval look, but also important remains of its greek-roman past, a lovely landscape to enjoy and interesting shops to stop in.
You've probably guessed: it's Taormina!

The detail of the first photo is the sculpted decoration of the central stairs of "Palazzo Corvaja", a medieval palace built by the arabs on the location of the greek agorà and transformed during the last centuries of the Middle Age.
These stairs are on the left side of its little courtyard, as you can see in the second photo.

If you are interested in Middle Age, Taormina is a right choice, also because it's very close to other medieval places, like Castelmola and Calatabiano Castle.
If you'd like to be guide in this place, just ask!


Leggi anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...